SPE Awards 2018 -
Premiato il partner di sistema AKRO-PLASTIC per la tecnologia Plasma-SealTight®

Il 6 luglio 2018, presso l’hotel Crowne Plaza Düsseldorf-Neuss, sono stati assegnati per la diciottesima volta gli SPE Automotive Awards, conferiti alle innovazioni maggiormente degne di nota nell’ambito dei manufatti in plastica destinati alla costruzione di veicoli. Grazie ad alcuni provini fabbricati mediante il processo Plasma-SealTight® AKRO-PLASTIC, partner di sistema di PLASMATREAT, si è aggiudicata il secondo posto nella nuova categoria “Enabler Technology” (Tecnologie abilitanti).

Provini sottoposti a taglio per trazione in conformità con la normativa DIN EN 1465; AKROMID® B3 GF 30 7 PST con alluminio 6061; frattura nell’elemento in alluminio, prova di taglio per compressione in conformità con la normativa ISO 19095-3 (Foto: AKRO-PLASTIC GmbH)

La categoria “Enabler Technology” prevede la presentazione e la descrizione di tecnologie di lavorazione e processi di produzione automatizzati innovativi. La tecnologia di processo PST (Plasma-SealTight®), messa a punto da AKRO-PLASTIC in collaborazione con Plasmatreat, che consente di ottenere un legame tra plastica e metallo altamente resistente e stabile nel lungo periodo, ha entusiasmato la giuria. A caratterizzare questa tecnologia è, in particolare, l’implementazione, per la prima volta, di un processo in linea. Nella prima fase, la superficie dell’inserto in metallo viene pulita utilizzando la tecnologia Openair-Plasma®; durante la seconda fase, poi, un secondo plasma-jet applica sulla superficie metallica uno strato di polimero al plasma, che favorisce l’adesione del materiale plastico e, al contempo, protegge il metallo dalla corrosione. Questa tecnologia consente di ottenere una resistenza al taglio per trazione tra plastica e metallo superiore a 50 MPa. In una serie di test, tuttora in corso, sulla resistenza del legame tra alluminio e AKROMID® B3 GF 30 7 PST (poliammide 6 GF 30 ottimizzata per l'adesione), il team di sviluppo è riuscito a impedire la rottura dei provini in corrispondenza dell’interfaccia tra plastica e metallo.

 

Lo strato introdotto dall’innovativo processo PST aderisce alla superficie metallica (rame, alluminio, acciaio e acciaio inox), creando al contempo un legame organico che ne consente l’adesione all’AKROMID® B3 GF 30 7 PST. Al fine di attivare questo legame, l’inserto metallico viene riscaldato, in sede di sovrastampaggio, a una temperatura superiore al punto di fusione del polimero. Il composito plastica-metallo utilizzato per i provini proposti presenta una resistenza di 35 MPa, prima che l’alluminio, e non il legame adesivo, ceda a causa del carico eccessivo.

 

“A 120 °C, il composito plastica-metallo presenta una resistenza superiore a 20 MPa e, pertanto, si presta alla fabbricazione sia di componenti portanti che di manufatti impermeabili ai fluidi realizzati mediante sovrastampaggio di inserti metallici”, riassume Cyprian Golebiewski, direttore di AKRO-PLASTIC responsabile delle tecnologie applicative.

******

PLASMATREAT SI CONGRATULA CON AKRO-PLASTIC GMBH PER IL PREMIO RICEVUTO, E RINGRAZIA L’AZIENDA PER IL MATERIALE TESTUALE E GRAFICO MESSO A DISPOSIZIONE PER QUESTO ARTICOLO.

 

Contatti

Siamo lì per te

Attendiamo con interesse di ricevere le vostre richieste. Saremo lieti di supportarvi in caso di domande o suggerimenti. Di seguito trovate il nominativo della persona da contattare oppure l’apposito modulo di contatto.