Rassegna: Plast Eurasia Istanbul 2018
Openair-Plasma® entusiasma i trasformatori di materie plastiche

Plast Eurasia Istanbul 2018: Das Plasmatreat Stand-Team
Plast Eurasia Istanbul 2018: lo staff dello stand di Plasmatreat con Hakan Sağkal (Presidente di Plasmatreat MEA, il secondo da destra) insieme con Bayram Çırçır (all‘estrema sinistra), Nilgün Alioğlu (a sinistra) e Metin Aktuğ (a destra). Foto: Plasmatreat

La fiera Plast Eurasia Istanbul 2018 si è svolta lo scorso mese di dicembre con la partecipazione di oltre un migliaio tra espositori e rappresentanti di aziende provenienti da 44 paesi del mondo. Questa fiera rappresenta da anni l'appuntamento principale per il settore della trasformazione della plastica a cavallo tra Europa e Asia. Plasmatreat, nelle vesti di fornitore dei metodi di trattamento più avanzati per le superfici in plastica, ha partecipato all'evento per la decima volta registrando un grande successo.

Che si tratti di un circuito stampato prima di ricevere il rivestimento protettivo (conformal coating), un alloggiamento in plastica prima dell'incollaggio, una smart card prima della stampa, di un componente in fibra di carbonio prima della verniciatura oppure di parti di interni auto, tutti i prodotti in plastica esposti da Plasmatreat a Plast Eurasia avevano una caratteristica in comune: la loro energia superficiale era troppo bassa per garantire una bagnabilità uniforme e quindi necessitavano di un adeguato pretrattamento. Le resine "pesanti", come ad esempio il polipropilene, oltre a una perfetta pulizia richiedono anche l'attivazione delle superfici, ovverosia l'energia superficiale deve essere incrementata in modo tale da garantire la bagnabilità della superficie e la successiva adesione a lungo termine di uno strato di collante o di rivestimento. Tradizionalmente nell'industria, questo pretrattamento viene solitamente eseguito con l'ausilio di detergenti e leganti chimici liquidi. I visitatori dello stand di Plasmatreat hanno invece potuto convincersi che, grazie alla tecnologia Openair-Plasma®, il procedimento può essere eseguito a secco nel giro di pochi secondi e in maniera rispettosa per l'ambiente.

sample - Foto: Plasmatreat
Foto: Plasmatreat

Openair-Plasma® dal vivo

"Per comprendere realmente il doppio effetto del plasma occorre vederlo in azione dal vivo", ha affermato Hakan Sağkal, Presidente di Plasmatreat MEA, Turchia, descrivendo ciò che più affascinava i visitatori che assistevano per la prima volta presso lo stand dell'azienda a un trattamento al plasma.

visitors
Foto: Plasmatreat

Insieme con gli addetti dello stand, lo specialista del plasma ha dimostrato ai presenti tutta la potenza della tecnologia Openair-Plasma® mediante un test con spruzzo d'acqua. In questo test, è stata dapprima misurata l'energia superficiale di una superficie in plastica apolare non trattata. Dopodiché parte di essa è stata sottoposta a micro-pulizia rapida e contemporanea attivazione. Successivamente l'intera superficie è stata spruzzata con acqua. L'effetto è stato immediatamente visibile: goccioline d'acqua sono rimaste sulla parte non trattata, mentre su quella trattata al plasma si è depositato un film d'acqua uniforme (bagnabilità totale). L'energia superficiale misurata sul provino in polipropilene testato nel corso di Plast Eurasia, pari a 30 mJ/m2 sulla parte non trattata, è salita a 72 mJ/m2 sulla parte trattata al plasma.

Come ulteriore momento di interesse nel corso della fiera, i visitatori hanno potuto osservare dal vivo una nuova cella al plasma PTU nella quale un plasma jet mod. RD2004 comandato da un robot KUKA ha eseguito la pulizia, attivazione e nano-rivestimento di diverse parti campione. Da questa dimostrazione è risultato chiaro che il fascio di plasma applicato dall'ugello rotativo è efficace anche in presenza di parti caratterizzate da geometrie complesse che comprendono piccoli recessi e sottosquadri. L'integrazione di sistema dei robot KUKA consente a Plasmatreat di offrire una soluzione di automazione con la quale il know-how specifico per l'applicazione di un trattamento superficiale con plasma a pressione atmosferica può venire integrato nel processo di produzione in maniera semplice e standardizzata. La sequenza ad alta precisione del movimenti del robot e il processo di trattamento al plasma vengono controllati da processori in costante comunicazione reciproca.

PTU-Plasmacell
Foto: Plasmatreat

"Siamo lieti" ha commentato Sağkal "che siano venuti da noi operatori interessati provenienti da settori molto diversi come l'industria automobilistica, gli apparecchi domestici e l'industria degli imballaggi. La loro risposta è stata molto positiva e siamo quindi assai soddisfatti dei risultati della fiera".

Contatti

Siamo lì per te

Attendiamo con interesse di ricevere le vostre richieste. Saremo lieti di supportarvi in caso di domande o suggerimenti. Di seguito trovate il nominativo della persona da contattare oppure l’apposito modulo di contatto.