Hutchinson : verniciatura e incollaggio di guarnizioni in EPDM

Il Gruppo Hutchinson figura tra i maggiori produttori e trasformatori di prodotti in elastomero di alta qualità a livello internazionale. Fatta eccezione per gli pneumatici per autoveicoli, lo spettro di produzione abbraccia tutti i manufatti a base di caucciù naturale e sintetico. Presso la sede di Aquisgrana della tedesca Hutchinson GmbH, il plasma Openair® è utilizzato già dalla fine degli anni ‘90 per il pretrattamento di profilati in EPDM destinati all’industria automobilistica.

Applicazione

A bordo di un autoveicolo ci sono guarnizioni ovunque: nel vano motore, su porte e finestrini, nel vano batteria, nel bagagliaio e in molti altri punti. Nello stabilimento Hutchinson si utilizzano 12 impianti Plasmatreat per attivare circa 100 diversi tipi di profilati in EPDM di differente geometria. Aumentare l’energia superficiale è necessario per poter eseguire la successiva verniciatura a base acqua o la floccatura delle guarnizioni.

Il primer precedentemente utilizzato come promotore di adesione per la verniciatura veniva applicato con una pistola a spruzzo, un metodo che, in caso di guasto della pistola, comportava una considerevole quantità di scarti per mancanza di adesione. Inoltre, le spazzole rotanti utilizzate per irruvidire la superficie in EPDM prima della floccatura, che consiste nell’includere fibre poliammidiche finissime in un materiale plastico, producevano molta sporcizia. Il plasma atmosferico ha sostituito completamente questi due metodi nel processo di pretrattamento. Le conseguenze: gli scarti sono scesi ad un livello minimo, l’eliminazione dei solventi ha permesso di adottare per la prima volta una coerente politica di tutela dell’ambiente e la produzione è aumentata nettamente.

Il reparto Tecnologia di processo della Hutchinson di Aquisgrana considera la tecnologia del plasma Openair® la soluzione perfetta per le vernici a base acqua. L’aumento della produzione va ricondotto secondo l’azienda anche all’ottima gestione computerizzata e all’affidabilità di processo del sistema Plasmatreat. Come ha riferito un portavoce: “Il riconoscimento automatico degli errori e l’immediata visualizzazione dei corrispondenti messaggi ci permettono di limitare gli scarti, perché possiamo reagire immediatamente ed evitare grosse perdite di produzione.”

Presso la Hutchinson i sistemi al plasma, equipaggiati per lo più con ugelli rotanti, lavorano in continuo 24 ore su 24, su tre o quattro turni ad una velocità di 20 – 25 m/min. Vengono così attivati con il plasma Openair® circa 20 milioni di metri di guarnizione continua l’anno. Il primo impianto al plasma, consegnato già più di 10 anni fa, è ancora perfettamente in funzione.

I riscontri positivi

L’uso del plasma Openair® assicura all’utilizzatore i seguenti vantaggi:

  • riduzione degli scarti
  • incremento produttivo
  • elevata affidabilità del processo di pretrattamento
  • metodo privo di contatto che non produce contaminazioni
  • pretrattamento di diverse geometrie di profilo
  • trattamento delicato con il materiale
  • produzione ecocompatibile.

Hutchinson-Group

www.hutchinson.de

Provate le possibilità offerte dal plasma atmosferico alla vostra produzione.
Diventate partner dell’attività di sviluppo di Plasmatreat!

Plasmatreat Italia s.r.l.
Vega Parco Scientifico E Tecnologico di Venezia
Centro Direzionale Ubra
Via Pacinotti 4/A
30175 Venezia – Marghera

Tel. +39 041 5314727
Fax +39 041 5327611

Giovanni.Zambon@plasmatreat.de

Glasstec 2016
Glasstec 2016
International Trade Fair for Glass Processing, Production and Products

20. – 23. settembre 2016
Hall 11, Booth G46
Düsseldorf, Germany

Micronora 2016
International microtechnology and precision trade fair

27. – 30. settembre 2016
Micropolis / Parc des Expositions
Besancon Cedex, France

Language